biografia

di federica
l_4d2f7ed4afdd46a2acbe8d5aa0be6be9John Foxx nasce nel Regno Unito e precisamente a Chorley nel Lancashire il 26 settembre del 1947. Le prime apparizioni in pubblico risalgono al 1973 con i Tiger Lily ma raggiunge il successo solo quando, nel 1977, la band firmerà per la Island Records e prenderà definitivamente il nome Ultravox!, pubblicando l’album omonimo. Nello stesso anno uscirà “Ha! Ha! Ha!” e, l’anno successivo, sarà la volta di “Systems of Romance”. L’innovativo sound della band, che si discosta sia dall’ormai obsoleto punk, sia dall’entrante era “new romantic” poterà questi tre album nella storia della musica moderna, influenzando le composizioni di molti altri artisti a venire, fino ad oggi.

foxx02

Foxx lascia gli Ultravox nel 1979 per intraprendere la carriera solista firmando per la Virgin Records. Nel 1980 esce “Metamatic“, album che sarà pietra miliare della musica elettronica, seguito nel 1981 da “The Garden” dove l’elettronica pura si sposa a sonorità ambient creando uno straordinario tappeto musicale, nel 1983 esce “The Golden Section“, sviluppo dei suoni di “The Garden”, influenzato, per stessa ammissione di Foxx, dal sound beatlesiano. Nel 1985 garden foxxesce “In Mysterious Ways“, ultimo album prima di una lunga pausa, l’album non presenta grandi passi in avanti rispetto ai precedenti e Foxx ritorna nell’ombra dedicandosi alla professione di artista grafico usando il suo nome anagrafico Dennis Leigh.

E’ da segnalare una breve collaborazione, nel 1990, con Tim Simenon e i Nation 12 che da come frutti un paio di singoli di scarso successo commerciale.

Il vero ritorno sulla scena musicale avviene solo nel 1997, quando, con una propria etichetta discografica,  la Metamatic Records,  John Foxx pubblica ben due album: “Shifting City” e “Cathedral Oceans“. Al primo collabora un artista di Manchester, Louis Gordon, la cui proficua collaborazione proseguirà negli anni. E’ un album synth pop in cui le influenze spaziano dagli anni 90 alla acid music, fino alle radici kraftwerkiane. Foxx lucidamente rivisita in chiave moderna ciò che è stato lanciando un ponte su quello che sarà.

Cathedral Oceans” è invece un personale progetto accarezzato negli anni cathedral_oceanschevedrà il suo compimento con l’uscita di “Cathedral Oceans II” nel 2003 e “Cathedral Oceans III” nel 2005.  Finalmente libero dalle assurde leggi di mercato delle case discografiche, Foxx riesce a pubblicare i tre album di ambient music a cui ha lavorato a lungo. Nel 2003 pubblica un DVD che completa l’opera e che sarà proiettato durante mostre in varie città del mondo fra cui Roma.

exotour_1998_official

Tra il 1997 e il 1998 John Foxx e Louis Gordon intraprendono un tour da cui uscirà un doppio album live: “Subterranean Omnnidelic Exotour” e pubblicano,  nel 2001, “The Pleasures of Electricity“,  le cui sonorità affiancano e completano “Shifting City”. Due anni dopo, nel 2003, uscirà “Crash and Burn” e l’ep “Drive“. Il sodalizio con Gordon diviene maturo e da i suoi frutti.
Il 2003 è anche l’anno d’uscita del doppio “ Translucence and Drift Music“, un album ambient, scritto a quattro mani con Harold Budd, mentre, nel 2005, presta la sua voce per il singolo “Dislocated” di Jori Hulkkonen. Lo stesso anno esce “Electrofear” che comprende le collaborazioni con Simenon e i Nation 12.

Nel giugno 2006 John Foxx pubblica “Tiny Colour Movies“: un’album strumentale ispirato dalla visione di piccoli spezzoni di film girati in super 8, nel novembre dello stesso anno, a

foxx hidden man

Brighton, in occasione del Film Festival, Foxx tiene una performance audiovisiva e Tiny Colour Movies viene premiato.
Il 2006 vede anche l’uscita di “Live From a Room (As Big as a City)” e “The Hidden Man“: il primo una registrazione dei live del 2003, il secondo un CD che contiene una lunga intervista allo stesso Foxx.
From Trash“, nuovo abum di studio con la collaborazione di Gordon, uscirà in novembre seguito a poca distanza da “Sideways“.
John Foxx non tralascia alcun aspetto del suo lavoro artistico: da un lato segue le performance che lo portano ad esibire il suo progetto “Cathedral Oceans” al Leeds International Film Festival e dall’altro ripropone con Gordon l’intera era Metamatic con diversi live che culminano con la pubblicazione, nel 2008, di “A New Kind of Man“, registrazione appunto di quei concerti.

E’ da ricordare, ultimo ma non meno importante, un’altro progetto di Foxx: “Quiet Man“, ossia la stesura di novelle e la loro presentazione al pubblico accompagnata dal suono del pianoforte. E’ del giugno 2008 una delle prime presentazioni al 14°Festival Internazionale della Poesia di Genova. Recentemente è stato pubblicato un CD “The Quiet Man” che contiene la lettura di queste opere (luglio 2009)
Verso la fine del 2008 vengono pubblicati contemporaneamente “Impossible” (versioni riarrangiate di pezzi composti con Gordon e con gli Ultravox più un inedito) e “Neuro Video” (live registrato nel 2007 al Luminaire di Londra)
foxx new 06-09Nel febbraio 2009 esce “My Lost City” che comprende composizioni inedite di Foxx risalenti agli 80. Foxx ne spiega in modo affascinante l’origine scrivendo un testo molto toccante su quegli anni.
Altre recenti collaborazioni sono con Steve Jansen (Japan) per l’album strumentale “A Secret Life” (febbraio 2009) e  Robin Guthrie (Cocteau Twins) per “Mirrorball” (maggio 2009).

Nel luglio del 2009 una mostra multimediale DNA a Londra celebra la musica e l’arte di John Foxx con contributi da musicisti (Gary Numan, Nick Rhodes), video-artists (Karborn, Jonathan Barnbrook), registi (Alex Proyas) ed artisti vari che hanno tratto ispirazione dalla carriera di Foxx per la loro arte.

Attualmente stanno per essere pubblicate le riedizioni di “Pleasures of Electricity” (2001), “Shifting City” (1997) e “In the Glow” (doppio live del 1983).

Annunci